Inversione dei ruoli

Tempo di lettura: 1 min Questa vecchia, adorabile pubblicità del Borotalco mostra – a ben guardare – un’inversione dei ruoli. Quel prodotto, in genere, veniva usato dalle mamme a fine bagnetto per asciugare l’umidità sulla pelle dei pargoli: io stesso ricordo quella che a me pareva un’infarinatura come per le cotolette, prima di metterle in padella. Qui, invece, è il …

Leggi tuttoInversione dei ruoli

Verso dove?

Tempo di lettura: 1 min Tre piccole persone isolate ciascuna in un piccolo cesto appeso a una gigantesca mongolfiera, fatta come un immenso punto interrogativo: ecco la metafora odierna del sentirsi sballottato dai venti della storia, senza capire verso dove si è trascinati (per lo più sapendo che la classe cosiddetta dirigente non dirige alcunché e non ne sa più …

Leggi tuttoVerso dove?

Malthus, Trump, Salvini & Co.

Tempo di lettura: 1 min Faccio parte di coloro che restano tuttora stupiti dall’ondata fascio-populista. E mi interrogo spesso sui motivi di questo fenomeno planetario. Da ricercatore sociale ho esaminato tante cause, che però sinora non mi sono parse sufficienti. Ma stanotte ho avuto un’illuminazione decisiva, avendo incontrato in sogno il vecchio Thomas Robert Malthus. Questi mi ha spiegato che …

Leggi tuttoMalthus, Trump, Salvini & Co.

Nuove stimmate

Tempo di lettura: 1 min La mano è l’organo del contatto, cioè della conoscenza tattile e del saluto, dell’abbraccio, delle carezze. Oggi, nell’epoca del distanziamento fisico, la sua sensibilità – espressa dall’occhio – piange (come mostra questa illustrazione). Non si tratta delle classiche stimmate di Gesù sulla croce, poi replicate in numerose forme di ‘imitatio Christi”. Ma, a causa del …

Leggi tuttoNuove stimmate

Ombre amiche

Tempo di lettura: 1 min Questa illustrazione di Guy Billout ben sintetizza la realtà attuale. Stiamo tornando al distanziamento fisico (non sociale!). Ed è come se vivessimo sul tetto di alti edifici separati da una strada. Eppure – ci dice Billout – le nostre ombre ci avvicinano, quasi si toccano: la distanza tra noi pare annullata, anche se i corpi, …

Leggi tuttoOmbre amiche

Un’infamia

Tempo di lettura: 2 min Dedico questo post alla memoria di mio fratello Paolo, libertario, del cui suicidio mi sono occupato qui a fine luglio. E lo faccio sull’onda dell’indignazione, dopo aver letto il comunicato della redazione che annuncia la chiusura di A-rivista anarchica adducendo come motivo il rispetto della volontà testamentaria di Paolo che A non proseguisse. Si tratta …

Leggi tuttoUn’infamia

Meglio fragili che servi

Tempo di lettura: 1 min Ricordate il gatto e la volpe di Pinocchio? I loro equivalenti odierni sono molti consulenti, counsellor e addetti al coaching che pro-mettono – mentendo – di ‘fortificare’ gli uomini e le donne che si sentono deboli. Lo chiamano ‘enforcement’ e lo inseriscono, volenti o no, in una strategia che vuole individui idealmente invincibili,  non scalfibili, …

Leggi tuttoMeglio fragili che servi

Tempo di lettura: 3 min Riprendo il mio blog, dopo un periodo di riflessione per il suicidio di mio fratello Paolo. E vi propongo qualche pensiero sulla fragilità di noi umani. Dall’Illuminismo settecentesco il nostro mondo è stato spesso orientato dall’idea del progresso, di uno sviluppo storico che è parso – malgrado varie fasi regressive e permanenti rischi di arretramento …

Leggi tutto

Suicidio e speranza

Tempo di lettura: 2 min Il suicidio di mio fratello Paolo, militante anarchico da oltre 50 anni, pone – tra l’altro – la questione del (presunto) tradimento dell’impegno a lavorare per la radicale trasformazione della società e della cultura, moltiplicando l’auto-organizzazione dal basso. Chi si uccide, pensano alcuni, abbandona il terreno della lotta e – con esso – le compagne …

Leggi tuttoSuicidio e speranza